Donne in marcia verso se stesse

Sabato 14 febbraio, sarò al Foro Boario di Modena per la fiera sui temi del lavoro dal titolo autentico: Ricomincio da me!

La mia grande passione per i temi della crescita e della consapevolezza femminile, prima latente ora conclamata, mi porta a proporre un workshop su concetti a me cari: donne, leadership, empowerment… paroloni, su cui vige la sfida di dire cose nuove e fresche.

Workshop di Female Empowerment

Workshop di Female Empowerment

Con il termine empowerment viene indicato un processo di crescita, sia dell’individuo sia del gruppo, basato sull’incremento della stima di sé, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l’individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale. Questo processo porta ad un rovesciamento della percezione dei propri limiti in vista del raggiungimento di risultati superiori alle proprie aspettative.

Chi meglio del femminile è in grado e al contempo bisognoso, di cimentarsi in nuovi ruoli, di confrontarsi sia con gli uomini, sia con le donne, di acquisire forza e di essere ispirata?

Sono legittimata a crederlo sulla mia esperienza di: lavoratrice, donna, madre, figlia, sorella, amica, amante, amazzone, sensitiva, imperatrice, folle e artista.

Piccola anteprima: http://edgartells.me/stories/54d09c512aa6c50300b3f888#/cover

Vi aspetto!

Preghiera laica

Nell’estate del 1992 il numero 75 della rivista sperimentale del nuovo piano di coscienza, “L’Età dell’Acquario”, diretta dal teosofo prof. Bernardino del Boca, pubblicava questa preghiera di straordinaria attualità. 

Signore Ti preghiamo per lui, per il nostro bambino. 
È nato come una pagina tutta bianca. 
Nessuno vi scarabocchi, indelicatamente, sopra: non i compagni, non la scuola, non la televisione, non i vicini.
È nato originale, unico, irripetibile. 
Conservi sempre la sua mente per pensare, il suo cuore per amare! 
È nato pieno di voglia di vivere. 
Fa’ che non perda mai forza e che viva la vita e non la subisca! 
È nato aperto all’infinito. 
Nessuno gli sbarri la strada, nessuno gli rubi la bussola. 
È nato prezioso. Perché è più figlio Tuo che figlio nostro. 
Custodiscilo amalo come sai amare Tu, Padre nostro e Padre suo: Padre nostro che sei nei cieli, ma in terra vivi nel cuore nuovo di ogni bimbo, che al mondo doni. 

Amen