La via del guerriero

O dovrei dire della guerriera? Chissà perchè quando è generico si declina sempre al maschile.

Oggi vi propongo un workshop esperienziale davvero fuori dagli schemi per domani sera a Bologna: La via del guerriero.

Il titolo è un po’ provocatorio, un po’ evocativo ma comunque ne vale la pena!
Si parlerà di  energia personale: la risorsa più preziosa che abbiamo. E’ importante imparare a riconoscerla, gestirla e metterla a frutto in maniera strategica, anche rompendo schemi e abitudini boicottanti personali.

L’incontro è libero e gratuito, fino ad esaurimento posti, la location è la sala del Comune quartiere Reno: via Battindarno 123, Bologna. Il workshop fa parte di un ciclo di incontri organizzato con la Banca del Tempo Reno ma non è necessario aver seguito i precedenti incontri.

Qui su Fb tutti i dettagli: ci conosceremo di persona qui?

Un’altra Scinthilla per la mente: val bene investire l’aperitivo del venerdì!

la via del guerriero

Oggi & domani: incontriamoci a Bologna!

Nella prima settimana, tornati risorti – più o meno – dai giorni di Pasqua, eccomi con due proposte allettanti per chi sta a Bologna e provincia.

– Oggi pomeriggio dalle 14 alle 18 workshop esperienziale di: Female Empowerment al Centro Zonarelli di Bologna, quartiere San Donato: qui maggiori dettagli.

– Domani sera dalle 20,30 alle 22,30 workshop esperienziale di: Impeccabilità energetica c/o sala consiliare quartiere Reno: qui maggiori dettagli.

Vi aspetto numerosi per delle iniziative di qualità e gratuite;-)

GGGGG

Trasmissioni transgenerazionali

La psicogenealogia ci propone la visione secondo cui tutti gli eventi accaduti all’interno di un determinato albero genealogico, anche per periodi lunghi più di un secolo, impattano sullo stesso.

Questo è particolarmente visibile con le nuove nascite, dove “inspiegabilmente” si verificano fenomeni bizzarri e sospetti. L’evento parto ci regala per qualche tempo una lucidità superiore, destinata ad affievolirsi se non viene mantenuta vigile.

Siamo dunque meno liberi di quanto crediamo: passatemi l’estremizzazione ma ci troviamo inconsapevolmente a vivere la vita dei nostri genitori o nonni o di qualche ‘fantasma’ del passato che ‘vuole’ continuare a vivere attraverso di noi.

Se imparassimo a comprendere meglio, ad ascoltare e vedere le ripetizioni e le coincidenze, l’esistenza di ciascuno diventerebbe più chiara. Possiamo riconquistare la nostra libertà e svincolarci dalla ripetizione capendo ciò che accade, svelando quei segreti di famiglia che .

Psych-K è uno di questi strumenti ma ne esistono molti: ognuno deve riconoscere quello adatto per sé. L’importante è iniziare da qualche parte, intraprendere quel primo, a volte doloroso, passo, fatto di dubbi, di domande, che porteranno però da qualche parte, forse a delle risposte.

Troppo spesso sento parlare della ricerca del senso della vita in via teorica ma il senso è esso stesso nel cammino intrapreso, fatto con presenza, fatto affidandosi, facendo solo ciò che rende felici.

Sarebbe così facile farsi guidare dal “senso di benessere” che accompagna – o meno – i ns scambi quotidiani.

Forse proprio questo reticolato invisibile ce lo impedisce, da oggi però possiamo interromperlo.Immagine.