Chi va al mulino, si infarina!

Me lo diceva mia nonna: chi va al mulino, si infarina.

Mai metafora fu più azzeccata, secondo me, per adattarsi ai diversi scopi e significati della vita.

Eh già, perchè quando ti fai coinvolgere dalle cose, le cose ti trasformano e lasciano un segno… più o meno profondo.

Un’antica preghiera sciamana dice “Lei cambia tutto ciò che tocca e tutto ciò che tocca la cambia”, per delineare il continuo processo di trasformazione e di contaminazione con l’intorno, in cui ognuno di noi è coinvolto in base ai progetti cui aderisce, ai pensieri che pensa, alle azioni che compie.

Si, tutto ha un impatto e lascia una traccia, una specie di “farina invisibile”, che potrebbe diventare visibile negli anni, a tutti o solo a te.

Qualche aziendalista potrebbe chiamare “entrepreneurship” la capacità di coinvolgere e farsi coinvolgere, per indicare l’attitudine a modificare gli eventi, in base al proprio intervento. A me piace pensare ad una capacità dell’individuo di dedicarsi ad una causa, di sacrificare – nell’accezione più ampia – il proprio ego e il proprio benessere, per un fine ultimo a lunghissimo termine.

Un mese fa ho intrapreso  uno di quei progetti che sarebbero etichettati proprio come a lungo termine, un’affare per donne, 7 giorni su 7, 24 h, senza ferie e con bassa retribuzione: tanto questi non sono indicatori attendibili per misurarne la grandezza.

Benvenuto Ruben su questo piano;-)

 

Annunci

Oggi & domani: incontriamoci a Bologna!

Nella prima settimana, tornati risorti – più o meno – dai giorni di Pasqua, eccomi con due proposte allettanti per chi sta a Bologna e provincia.

– Oggi pomeriggio dalle 14 alle 18 workshop esperienziale di: Female Empowerment al Centro Zonarelli di Bologna, quartiere San Donato: qui maggiori dettagli.

– Domani sera dalle 20,30 alle 22,30 workshop esperienziale di: Impeccabilità energetica c/o sala consiliare quartiere Reno: qui maggiori dettagli.

Vi aspetto numerosi per delle iniziative di qualità e gratuite;-)

GGGGG

Cari studenti, scusate!

Oggi condivido con voi la lettera di un’insegnante.

Nonostante arrivi dal Canada si adatta molto bene all’Italia e interpreta il mio pensiero: una persona che per vari motivi frequenta il sistema scolastico e filtra con l’occhio delle competenze formative.

Internazionale ha tradotto per noi questa profonda riflessione su cui oggi va il mio pensiero.

Buona lettura!

 

Sorellanza ovvero Network!

Grazie a tutte le #donne che hanno partecipato sabato scorso a Modena al workshop di empowerment proposto.

E’ stato davvero emozionante per me vedervi così attente e con gli occhi lucidi, emozionati, come i miei quando ci si incontra.

Presenti in sala addirittura un paio di uomini che, anche se sono rimasti in (punta di) piedi, sono restati fino alla fine.

Prossime occasioni di incontri al femminile:

female– 26/2: appuntamento serale al Professional Women’s Network di Roma. Qui i dettagli.

– 27/2: Stati generali delle donne, appuntamento nazionale che vede la tappa bolognese in questa giornata: lavori aperti dal mattino alla sera.

 

 

Prossimi incontri in generale:

– 20/2: workshop esperienziale a Bologna: vittime, guerrieri o srotolatori di paesaggi? Qui i dettagli.

vgsdp

Donne in marcia verso se stesse

Sabato 14 febbraio, sarò al Foro Boario di Modena per la fiera sui temi del lavoro dal titolo autentico: Ricomincio da me!

La mia grande passione per i temi della crescita e della consapevolezza femminile, prima latente ora conclamata, mi porta a proporre un workshop su concetti a me cari: donne, leadership, empowerment… paroloni, su cui vige la sfida di dire cose nuove e fresche.

Workshop di Female Empowerment

Workshop di Female Empowerment

Con il termine empowerment viene indicato un processo di crescita, sia dell’individuo sia del gruppo, basato sull’incremento della stima di sé, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l’individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale. Questo processo porta ad un rovesciamento della percezione dei propri limiti in vista del raggiungimento di risultati superiori alle proprie aspettative.

Chi meglio del femminile è in grado e al contempo bisognoso, di cimentarsi in nuovi ruoli, di confrontarsi sia con gli uomini, sia con le donne, di acquisire forza e di essere ispirata?

Sono legittimata a crederlo sulla mia esperienza di: lavoratrice, donna, madre, figlia, sorella, amica, amante, amazzone, sensitiva, imperatrice, folle e artista.

Piccola anteprima: http://edgartells.me/stories/54d09c512aa6c50300b3f888#/cover

Vi aspetto!

Bentornati!

L’operatività da rientro “ferie” mi affascina e mi annichilisce contemporaneamente.

Dovrei sentirmi carica, invece arranco.

Oggi festeggio un anno di blog e rinnovo il mio intento a dedicarmi con maggior cura a questo spazio. Rendere pubblico il mio intento, aiuta a trovare dei guardiani o meglio degli “alleati” per raggiungere lo stesso.

Il mio impegno a continuare la scrittura sui temi di cui sento urgenza, non rientra tra i “buoni propositi”, quanto nell’obbligo di osservare da punti di vista diversi, offrire opportunità di un’agorà virtuale in cui discutere e condividere una certa visione del mondo: donne, credenze e maternage.

Queste 3 voci racchiudono l’indice del lavoro che ho iniziato nel 2013 & che desidero ultimare nel 2014.

Vi dedico un immagine che racchiude molta storia e che oggi si arricchisce di una sfumatura 2.0.

Immagine

 

Donne lupo!

Clarissa Estés nel suo libro “Donne che corrono coi lupi” – un testo che tutte le donne dovrebbero avere letto, -equipara la natura selvaggia del femminino alle lupe.

Si, gli animali, avete capito bene. SI tratta di un archetipo, ben azzeccato se ci pensate e se siete abbastanza in contatto con la vs natura selvaggia.

Reduce da un w-e che non si avvicina neanche lontanamente a come voglio vivere i prossimi fine settimana invernali e per rendere omaggio alla luna piena di ieri, ricordo a tutte noi delle buone regole del viver sano-selvaggio, non necessariamente in ordine!

Regole generali delle lupe per vivere bene:

  • Mangiare
  • Dormire
  • Vagabondare
  • Mostrare lealtà
  • Amare i piccoli 
  • Cavillare al chiaro di luna
  • Accordare le orecchie
  • Occuparsi delle ossa
  • Fare l’amore
  • Ululare spesso

Mamme!

Mamme!

Dal sole 24h: siamo la spinta, verso il matriarcato!