“Il suo curriculum è davvero interessante, ma adesso mi dica: Quante palline da golf ci stanno dentro un autobus?”

Per la serie: anche le mamme lavorano!!

Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

Una domanda come quella del titolo potrà sembrarvi strana, ma forse vi sarà capitato di sentirvela rivolgere durante un colloquio di selezione.

A molti è capitato, durante un’intervista, di trovarsi a dover rispondere a quesiti completamente “estranei” alla posizione per cui si presentavano, e di rimanere poi con il dubbio “Cosa avrà voluto significare? Avrò risposto correttamente?”

Queste strane domande (Quanti accordatori di pianoforte ci sono nella città di Chicago? Quante cravatte si vendono ogni anno in Italia?) sono note come “problemi di Fermi”.

Perchè ve ne parlo?

Google, fra le altre, è una compagnia nota per utilizzare questa tipologia di domande durante i propri colloqui di selezione.

Ed è di qualche giorno fa la notizia che Google ha messo al bando l’utilizzo di questi particolari problemi, perchè (con le parole di Laszlo Bock, senior VP delle “people operations”) “sono una completa perdita di tempo“. Qui potete trovare…

View original post 171 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...